12/02/2012

RIP Whitney Houston

I remember when, as a kid, I wanted to be a singer. I didn't have a great voice (the truth is, I was pretty tone-deaf) but I did have big dreams. I sang in school musicals and went on auditions. Me and my peers were inspired by the great singers of the 80s and 90s and there was one that stood out. One star that shone the brightest. One voice that seemed to rise beyond the terrestrial.

There are great voices in every generation, but a mesmerizing few transcend time and become legends.

Today we mourn the loss of a timeless legend, an artist whose voice will live forever.

RIP Whitney.










3 comments:

  1. Good of you to mention this on your blog. I was mildly shocked to find out. So SO sad. RIP. <3

    ReplyDelete
  2. Tempo fa scrissi un post su Jobs, di quanto fossi dispiaciuta della sua morte, ma me ne pentii quasi subito, perchè a pensarci bene non l'ho trovato particolarmente carismatico, mi ero solo fatta trascinare dalla tristezza (fintissima) degli altri.

    Per W.H. mi spiace che sia morta la sua voce, stupenda, ma non me la sento di provare tristezza per lei come persona, dal momento che è morta a causa sua.
    Come mi ha giustamente ricordato vegtrav,uscire dalle droge non è facile, però cavoli... fatti aiutare, tutti sanno che sono mortali prima o poi.
    Quindi, mi sentirò dispiaciuta per l'artista, ma non per l'umana.

    Odio le droge, non fanno altro che portare dolore, a chi le usa, e a chi gli sta intorno.

    ReplyDelete
  3. Un altra cosa :)
    Ho messo in play le canzoni e mi sono venuti i brividi :)

    ReplyDelete

Speak your mind.