Tuesday, 25 October 2011

Don't Buy This Magazine!

I have never bought Italian Amica magazine. I've never been a fan of their writing or styling. But recently, I got another reason to never, ever buy this magazine and to kindly ask all of you to boycott it as well.


On the cover of Amica magazine, we see the Russian model Irina Shayk wearing a fur coat and holding a baby tiger. The headline says: "I love animals: do I have to give up fur?"













...the obvious answer to that question would be big, fat YES. At least if we're talking real fur, one of the world's most cruel and eco-unfriendly businesses, where thousands of animals face a slow and painful death by electrocuting or being skinned alive. I don't need to illustrate all the horrors of the fur industry to you; in 2011, we all know what's going on. Except, apparently, Irina Shayk. And Amica magazine.


In the interview, which I read online, Irina talks about "hypocrites" that wear leather shoes and eat meat while boycotting fur. Personally, I have no clue who she's talking about: most vegetarians I know, including myself, wear faux-leather shoes. And even if that weren't the case, forgive me for defending meat for a minute (I haven't eaten it since I was 11), but the meat and leather industries are nowhere near as bad as fur, and Irina's ignorance makes her an utterly unfit interview subject (i'm not fond of her as a model either, but making her talk is just a big mistake).

In my opinion, this cover is a prime example of bad taste, not to mention disrespectful towards those of us that actually try to fight for a good cause. I'm very happy, though, that so many Italian women were outraged by this cover. Shows that there are many of us, and we're not giving up our fight. The world is ready for the cruelty-free revolution!



For those of you who can read Italian, here's a copy of the e-mail that I wrote to Cristina Lucchini, editor of Amica:



 

Cara Amica.

Non sei mai stata un'amica, ma ora sei diventata una nemica.

Non ho mai comprato la vostra rivista e di sicuro non intendo mai farlo.
Però avrei una proposta per voi, se mi posso permettere: trovatevi un po' di tatto, di classe e di gusto.

La vostra copertina con Irina Shayk è (non solo) nella mia opinione:
- di cattivo gusto
- dispettosa verso gli animali
- dispettosa verso chi, come me, combatte contro l'orrore dell'industria delle pellicce ogni giorno

...e se me lo posso permettere, l'unica cosa bella su quella copertina è il tigrotto.

Sono una web editor nel campo della moda e lavoro con alcuni dei brand più grandi del mondo. Sono anche giornalista freelance e ho collaborato con tre testate nazionali in Svezia, una tra cui Cosmopolitan Svezia,
la cui casa editrice ha vietato l'utilizzo di pellicce vere in tutte le proprie testate.

Non so se siete a conoscenza delle procedure con cui vengono prodotte le pellicce vere. Se non lo sapete, vi posso informare che per produrre un capo in pelliccia, gli animali vengono uccisi con elettroshock e/o
scuoiati vivi. Vi sembra una cosa che chi "ama gli animali" sosterrebbe? Mi sembra chiaro che questa copertina era nata per provocare: forse stanno scendendo le vendite? Capisco che la concorrenza con altre riviste è dura, però potreste almeno provare a non servirvi di esseri innocenti per attirare attenzione.

Nel 2011 ci sono moltissime alternative: designer come Karl Lagerfeld, Giorgio Armani e Miuccia Prada hanno tutti usato pellicce ecologiche nelle loro collezioni. Chi ama il look "peloso" può trovare tante alternative
cruelty-free (immagino che non sapete cosa significa, quindi ecco la traduzione: senza crudeltà). Stilisti che sono proprio all'avanguardia, come Stella McCartney e Rebecca Mink rinunciano alla pelle e alla pelliccia al 100%.
Io non mi riconosco nell'ipocrisia di cui parla la modella: non mangio carne e indosso solo scarpe/borse/accessori in ecopelle, come la maggior parte dei vegetariani. Non si tratta di essere "animalisti", ma di essere un essere umano consapevole. Uno che vive nel 2011, cosa che evidentemente Irina Shayk non fa. E mi sembra neanche voi.

La vostra (piuttosto penosa, a mio avviso) "difesa" a questo link http://blog.leiweb.it/cristina-lucchini/2011/10/25/a-tutti-gli-animalisti/ non chiarisce niente e vi rende negli occhi dei potenziali lettrici ancora più ridicole.
"Non tolleriamo la violenza"? Ma care Amiche, siamo noi "animaliste" che non la tolleriamo, ecco perchè abbiamo reagito così! Se non lo capite, fatevi qualche domanda.
"Vogliamo aprire un dibattito"? Ma...non ci deve essere un dibattito. Ci deve essere solo una chiara presa di posizione, contro la violenza e contro la crudeltà. E perchè mai qualcuno che compra la pelliccia vera "al mercatino" dovrebbe sentirsi meno un assassino di qualcuno che ne compra una da Fendi? Si tratta comunque di un animale ucciso in modi atroci. Questa è proprio ignoranza, cara Amica.

Non avete perso in me una lettrice, in quanto non vi ho mai lette. Però diffonderò attivamente il messaggio di non comprare la vostra rivista, iniziando dal mio blog www.coffee-and-heels.com

Insomma, pensateci. E vi consiglio vivamente di scusarvi con le poche lettrici che vi sono rimaste.

Mi scuso per eventuali errori grammatici, sono dovuti al fatto che sono straniera. Sì, sono russa.

Cordiali saluti,
Sascha.


...and for all of you that don't, it basically says what this post says: we are not okay with this and we will NOT buy your magazine until you take a stand against fur.

22 comments:

  1. Ciao Sascha! Bello il tuo commento! spero di non averti rovinato diete faticose con la voglia di cioccolata :-D

    Ti va di seguirci a vicenda?? un bacio!

    www.followpix.com

    ReplyDelete
  2. grande sascha :)

    ReplyDelete
  3. Bellissimo Sasha... è bello trovare donne come te!!! Francesca

    ReplyDelete
  4. giusto.
    non una sola virgola sbagliata.
    ale

    p.s...scusate l'ignoranza...ma sasha non è un nome maschile?

    ReplyDelete
  5. Ale: non sei affatto ignorante, la maggioranza mi fa notare che é un nome da cane!

    Io vengo dalla Russia dove Sascha é un diminutivo di Alessandro e Alessandra, quindi si usa per entrambi!

    In Germania é solo maschile; negli Stati Uniti, solo femminile.

    ReplyDelete
  6. Well written! Just looking at the picture, the poor little cub looks so uncomfortable but everyone behind this shot dont give a damn about the comfort of this cute baby, instead they focus on the model looking good....well frankly my dear, she looks like trash! I applaud you for your fight against fur and even though I wear leather shoes, bags etc and eat meat I love animals but HATE animal cruelty. U just have to do good research and try to fight the people behind the cruelty to end it and end it now!

    ReplyDelete
  7. Mai lette parole più vere!

    Sascha, sei grandiosa!

    ReplyDelete
  8. finchè continueranno a esistere simili esempi di meschina umanità, guerre e violenze non smetteranno mai di esistere.
    l'8% della popolazione mondiale definito primo mondo vive nella crudeltà ed ipocrisia ai danni dell'92% che vive senza neppure quei requisiti minimi che noi concepiamo come una modalità di vita.
    Di certo non sono stupita ma, come ovvio, mi sento indignata.
    Complimenti per le tue scelte di vita e per questo post.

    ReplyDelete
  9. Email GRANDIOSA, hai fatto benissimo!! Se la sono meritata alla stragrande...non ho mai letto questa rivista ma sicuramente non la comprerò in futuro! Baci

    ReplyDelete
  10. Io non amo le pellicce, la trovo come te una cosa oltre che barbara, inutile al giorno d'oggi. Ma questa copertina è veramente irrispettosa, con quella tigre (è un tigrotto?) sulla spalla!
    p.s. finalmente ho ritrovato il tuo blog! Ora ti seguo, così non ti perdo più :)

    ReplyDelete
  11. grazie x la spiegazione...
    mi torna in mente il film "orlando" del '95 o '96 forse, ispirato al libro di virginia woolf. Il protagonista, Orlando, si innamorava di una "meravigliosa creatura"
    Sasha, che come lui poteva essere uomo o donna.
    Consiglio a tutti di vedere questo film con una intensa, eterea ma conturbante, Tilda Swinton.
    Ale

    ReplyDelete
  12. Ale ma si chiama Sasha questa creatura? Lo guarderò sicuramente!!

    Chicapink bentornata, anche io ti seguo!!

    ReplyDelete
  13. io non ho mai comprato questo giornale ma a primo impatto ho pensato che era una pagina web,pessimo gusto proprio.


    kiss
    Erika
    www.myfreechoice.net

    ReplyDelete
  14. I totally agrre with you! This is a total shame!

    XOXO

    http://thedandydoll.blogspot.com/

    ReplyDelete
  15. La mail che hai scritto è PERFETTA.

    ReplyDelete
  16. you're a real woman! like anyone should be :)

    ReplyDelete
  17. un regalo per te:
    http://youtu.be/jFMmMh288pE

    buon we.

    ale

    ReplyDelete
  18. Grazie a tutti per i commenti! Mi fa tanto piacere vedere che siamo tutti sulla stessa pagina, questo mi da fiducia per il futuro!

    Thank you for all the comments, I'm so happy that you're all on my side!

    ReplyDelete
  19. Bra jobbat!! Blir så stolt över dig!

    ReplyDelete
  20. Grande, anche tu contro stammerda? Grande, grande!

    Anche despin ne aveva parlato.

    Bisogna far capire che le pellicce sono solo schifezze che rievocano l'immagine delle vecchie bigotte che vanno in chiesa. loro sono il target delle pellicce.

    Indossare cadaveri è da poveri coglioni.


    Grande Sasha!

    ReplyDelete
  21. Bellissimo post e bellissima lettera. Da applauso.
    Ne avevo parlato anche io nel mio blog e mi spiace aver visto questo tuo solo adesso, altrimenti ti avrei certamente menzionata.

    Brava! Hai scritto concetti chiari ed incisivi.
    Mi è piaciuta soprattutto questa parte della lettera:

    ""Non tolleriamo la violenza"? Ma care Amiche, siamo noi "animaliste" che non la tolleriamo, ecco perchè abbiamo reagito così! Se non lo capite, fatevi qualche domanda.
    "Vogliamo aprire un dibattito"? Ma...non ci deve essere un dibattito. Ci deve essere solo una chiara presa di posizione, contro la violenza e contro la crudeltà. E perchè mai qualcuno che compra la pelliccia vera "al mercatino" dovrebbe sentirsi meno un assassino di qualcuno che ne compra una da Fendi? Si tratta comunque di un animale ucciso in modi atroci. Questa è proprio ignoranza, cara Amica."

    E comunque l'hai scritta anche in un ottimo italiano.

    ReplyDelete

Speak your mind.